• Corsi settimanali

  • 1

Il Vinyasa Yoga segue una pratica dinamica con un ritmo sostenuto. Ad ogni respiro, punto essenziale della pratica, corrisponde un'asana (postura).foto Selene Yoga per sito Seguendo il principio del flusso armonico respiro-movimento, la mente di chi pratica viene completamente coinvolta, distolta dai suoi schemi abituali e portata a livelli di consapevolezza superiori. Il respiro controllato calma il sistema nervoso e purifica gli organi interni, i vasi sanguigni e il sistema linfatico, migliorando la salute e generando un profondo senso di benessere. 
Il susseguirsi delle posizioni in un flusso continuo dà grande beneficio cardiovascolare, che le forme più tradizionali di yoga spesso non hanno. Una pratica quotidiana del Vinyasa Yoga può aumentare la forza muscolare, la resistenza e la flessibilità, riducendo al contempo i livelli di stress. Il Vinyasa Yoga prevede una pratica sempre diversa, così come il suo ritmo.
La lezione si conclude, sempre, con un momento di rilassamento profondo e guidato.

Insegnante: Selene Grasso, istruttrice certificata di Yoga, specializzata in yoga dinamico/Vinyasa e Power Yoga, yoga in gravidanza e meditazione. Iscritta all'albo internazionale Yoga Alliance, si divide tra la docenza nella scuola al mattino e la pratica olistica nel resto delle sue giornate.

STRUTTURA DEL CORSO:
Quadrimestrale (16 lezioni)
Frequenza: Monosettimanale, il lunedì dalle 19.00 alle 20.15.

Possibilità di effettuare una lezione di prova, in qualsiasi momento dell'anno, previa prenotazione e conferma.

Sede: Associazione Arti per la Salute – Via Matteotti 20 RHO

Costo: € 170,00 a quadrimestre per i soci dell’Associazione (Tessera associativa annuale € 25,00)

INIZIO LEZIONI LUNEDI' 14 SETTEMBRE 2020! Prenota subito la tua lezione di prova!

Chiamaci ai numeri 029315750 - 3358050788 o compila il nostro modulo contatti

buddhamarrone

"Noi non dobbiamo cessare di esplorare, e il fine di tutta la nostra esplorazione sarà quello di arrivare là dove cominciammo e di conoscere quel posto per la prima volta." T. S. Eliot